“E’ meglio una testa ben fatta, che una ben piena”. Il filosofo francese Edgar Morin aveva già messo in guardia dai rischi che si corrono proponendo un’educazione fatta solo di nozioni, di dati, e di un sapere che si accumula nella mente senza poter poi essere organizzato. Meglio quindi una “testa ben fatta”, abituata a collegare i saperi ed adattare le conoscenze: educata – insomma – alla complessità. E proprio alla complessità della vita e all’incertezza che ne scaturisce è stata dedicata l’ultima edizione di Educa, l’incontro nazionale sulla pedagogia organizzato a Rovereto.

 

In questa puntata:

Michele Odorizzi - presidente EDUCA

Roberta Bommassar - psicologa

Sandra Dorigotti - presidente ALFID

Quinto Antonelli - storico